Author Archives: Alex Ziro

Madoka Magica, Produttore e Direttore discutono di continuare l’opera

Nonostante la serie cinematografica di Puella Magi Madoka Magica si sia conclusa nel 2013 con Puella Magi Madoka Magica – La Storia della Ribellione il produttore della serie Atsuhiro Iwakami e il direttore Akiyuki Shinbo non vogliono sentir parlare di conclusione.

Adesso vi proporremo una intervista rilasciata da loro nel 19° volume di Manga Time Kirara Magica, una rivista interamente dedicata all’universo di Madoka. Vediamo quindi quali sono le loro idee per il futuro della serie

Shinbo: Voglio fare qualcosa collegato a Madoka in futuro

Iwakami: Vorrei fare qualcosa tipo i fan disks, come quelli che abbiamo già fatto per Hidamari Sketch. Per Madoka Magica penso che potremmo farne uno per ogni personaggio, allegando anche nuove foto di ognuno di loro.

Shinbo: Poi potremmo fare un anime di Tomoe Mami no Heibon na Nichijo [nota dell’editore: parla di un manga che Mai Arata e Magica Quartet hanno lanciato in questa rivista nel 2012, la trama ha come protagonista Mami come una 30enne ancora non sposata].

Iwakami: Parlo molto spesso con membri dello Shaft come [Mitsuoshi] Kubota, [Gen] Urobuchi e Ume Aoki, a volte parliamo proprio di Madoka Magica. Diciamo sempre che vorremmo fare qualcosa di nuovo ma per il momento non c’è alcun piano concreto.

Shinbo: La storia si è conclusa con le nuove edizioni, ma crediamo che possiamo ancora fare qualcosa di nuovo.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Yamaha trasmette Master of Torque 2

YAMAHA ha cominciato a mandare in streaming la seconda stagione di Master of Torque.  L’ending dell'opera è Rinne no Perihelion (Perihelion del Ciclo della Rinascita) di Megumi Nishibayashi.
 

>

 

Nel cast possiamo trovare Hiroshi Kamiya, Atsuko Enomoto, Sanae Kobayashi, Saki Ogasawara e Yoko Hikasa.

La serie narra di tre giovani motociclisti che viaggiano in una Tokyo ambientata in un futuro vicino. YAMAHA ha creato questa serie per cercare di accattivare una fetta di pubblica ben più vasta e di far recepire “il diverimento nel guidare la motocicletta e lo stile di vita che ne segue”, concentrandosi soprattutto sui modelli MT-09 e MT-07.

La YAMAHA ha prodotto quattro episodi per la prima stagione, la quale è stata mandata in streaming da marzo ad agosto scorso.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Studio Colorido annuncia il film Taifuu no Noruda

Un nuovo film animato intitolato Taifuu no Noruda è stato annunciato dallo Studio Colorido durante la prima di Punchiline. Il film dovrebbe debuttare nei cinema giapponesi il prossimo 5 giugno e rimarrà in programmazione per le successive 3 settimane.

Taifuu no Noruda è il primo lungometraggio dello studio dal 2011, ovvero l’anno della sua fondazione. I loro lavori precedenti erano stati finora sempre cortometraggi, tra cui i due corti rilasciati nel novembre 2013 Shashinkan e Hinata no Aoshigure. Ecco qui il primo trailer per il film.
 

 

Il film è ambientato in una certa isola, più precisamente in una scuola media, il giorno prima del festival della cultura. Un ragazzo lascia il baseball e ha un litigio con il suo migliore amico, ma all’improvviso incontra una misteriosa ragazza dagli occhi rossi chiamata Noruda, ed ecco un terribile tifone che distrugge la scuola.

Al momento conosciamo questi membri dello staff: Direttore: Youjirou Arai Character Design, Direttore dell’Animazione: Hiroyasu Ishida (Rain Town) Musica: Masashi Hamazu (Binbougami Ga)
Fonte Consultata:
MyAnimeList

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Greedy Flower di Alessandra Alyah Patanè, una meravigliosa sorpresa

Greedy Flower è un fumetto disegnato e scritto da Alessandra Alyah Patanè (edito da Shockdom), ed è una immensa sorpresa. Ho cercato un modo diverso per iniziare questa recensione, ma nessun altro aggettivo può essere più adatto per introdurvi questa opera.

Il protagonista è Keo, un bambino non morto a servizio di Kurobo, padrone dei  Robo, ovvero delle “entità” che vengono create dalla disperazione e dall’odio degli esseri umani, essi vivono per inghiottire le anime e i ricordi. Keo è quindi costretto ad uccidere, servendosi di “mostri floreali” che porta continuamente con sé. Ben presto nel suo viaggio incontrerà Moo, una bambina molto svampita e piena di energia che sta cercando i suoi genitori; il loro percorso subirà uno stop nel momento in cui si imbattono con Jeko, un irascibile, megalomane, contenitore di ricordi, ma che al contrario di Keo è riuscito a ribellarsi a Kurobo e ambisce a divenire sempre più forte.

Senza aggiungere troppo si può dire che i tre protagonisti hanno molto in comune, nonostante dei caratteri diametralmente opposti in realtà scopriranno di essere uniti dallo stesso obiettivo, cercando di sopravvivere agli scagnozzi di Kurobo e di scoprire la verità sulla loro natura. Chi sono loro realmente? Cosa li accomuna? Come sono morti? Perché servire Kurobo?

 

I disegni sono probabilmente l’elemento più curioso di questa storia. A primo sguardo il lettore può rimanere facilmente disorientato da uno stile così dolce, con i personaggi ritratti in modo apparentemente fanciullesco, ma ci si rende conto molto velocemente che il tutto fa a pugni con un’ambientazione spesso cupa e dai toni a volte tetri. Vengono più volte toccati i temi della morte, del maltrattamento dei bambini (soprattutto psicologico). Greedy Flower riesce a dimostrarsi una storia matura ed intelligente, nella quale non mancheranno nemmeno scontri emozionanti.

Questi disegni risultano un’ottima confezione, il lettore non potrà non notare questa netta contraddizzione tra disegni e trama, elemento che sicuramente impreziosisce il tutto (tengo a sottolineare il netto miglioramento del tratto continuando a leggere). Sia chiaro che la narrazione non risulta mai pesante, nemmeno provandoci, anche i momenti più cupi verranno sempre conditi da un’ottima ironia, grazie alla meravigliosa alchimia che si viene a creare tra i personaggi principali (ma senza scordare quelli secondari oppure gli antagonisti, i quali sono ottimamente caratterizzati).

La narrazione è coerente e lineare: anche i momenti che rischiano di ingarbugliare il lettore, con dei dialoghi o monologhi troppo lunghi, non appesantiscono eccessivamente il discorso narrativo, riuscendo solo ad arricchire una storia sorprendentemente interessante.

Non vorrei dire che Greedy Flower sia un fumetto esente da difetti, ma reputo che l’autrice riesca perfettamente ad esprimere quel che ha dentro e a centrare l’obiettivo, risultando divertente ed interessante, migliorando continuamente con l'avanzare dei volumi.

Al momento sono in vendita i primi 3 volumi dell’opera, la quale si concluderà col sesto volume, ma nella pagina ufficiale di Greedy Flower potete leggere le scan di ogni singolo capitolo, più diversi speciali come lo spinoff slice of life Bakabotoru, disegnato interamente in stile manga.

Ecco infine un estratto dell' intervista che l'autrice mi ha gentilmente rilasciato:

AnimeClick:
Eccoci qui: iniziamo dalla base, raccontaci brevemente del tuo percorso come artista, come sei arrivata a Shockdom e a divenire una fumettista pubblicata?

Alessandra:
Disegnavo già da piccolina pasticciando quaderni e talvolta anche mobili della casa. Puoi immaginare quanto fosse contenta mia madre di questo! Mi sono iscritta alla scuola internazionale di comics di Roma per poter affinare la tecnica e anche per curiosità! Finita la scuola comics ho collaborato per diverse riviste come colorista ad una collana di libri della kawama e ho continuato a presentare e proporre progetti, alternando lavori qualunque per mantenermi.  Infine ho deciso di pubblicare un mio progetto su web, inizialmente per puro svago ma poi con l'intenzione di farlo diventare qualcosa di concreto puntando sull'autopubblicazione, cosa che è stata troncata sul nascere perchè sono stata chiamata da Shockdom prima.

AnimeClick:
Parliamo ora di Greedy. Un lettore abituato ai classici shonen magari potrebbe storcere il naso o essere prevenuto con il tuo stile… ma, come detto nella recensione, Greedy ha carattere da vendere, parlaci della nascita di GF.

Alessandra:
Dunque, GreedyFlower è nato per gran parte da uno strano sogno…anzi, un incubo in cui delle ombre mistiche mi rubavano i 5 sensi! Mi ritrovavo quindi a non poter più parlare, camminare, respirare… orribile. Però quello stesso sogno mi ha aperto le idee riguardo ai nemici della storia: i robo! Che sono per l'appunto esseri malvagi che rubano l'anima! Un po' come privarti di tutto! Da lì ho tessuto la trama che girava attorno a questa condizione decadente del pianeta e ho iniziato a crearci su dei personaggi e lì ho volutamente fare innoqui e apparentemente docili proprio per creare l'effetto sorpresa al momento in cui attaccassero!

Ecco un Fun fact da sapere su GreedyFlower:
Era era nato inizialmente come one-shot autoconclusiva per una collana di storie gotico horror. Il progetto poi non era purtroppo partito per alcuni artisti che si erano ritirati all'ultimo. Così ho deciso prima di farlo partecipare ad un concorso di one-shot per Comic-Out dove avrei deciso se continuarlo o meno: è arrivato primo, quindi…

AnimeClick:
Cosa ci dici di questa netta contrapposizione tra il tuo stile, per forza di cose ricercato, e una narrazione così distante da quei disegni?

Alessandra:
Lo stile è stato fortemente influenzato dai chibi e dalle letture di Scott Pilgrim! (adoro O’Malley) Inizialmente non pensavo che ne avrei tratto uno stile così personale eppure la cosa è nata da sola non appena decisi di narrare un horror con protagonisti bambini! Come hai detto anche tu, volevo spiazzare il lettore mostrando inizialmente qualcosa di tenero ed innocente e poi colpirlo col colpo di scena mostrando ciò che c'è al dilà dello stile: un tocco e una storia truce

AnimeClick:
GF è ormai arrivato, ahinoi, a metà strada! Ora che sei a questo punto, quante soddisfazioni ti ha dato e cosa cambieresti?

Alessandra:
Di soddisfazioni non finisce mai di darmene! Cambierei alcuni errorini dei primi capitoli che però vedo soltanto io  ma quello è un problema di ogni artista! Avrei voluto fare Greedy Flower a colori ma il tempo e anche la poca tecnica sul colore non mi avrebbe aiutata! Per fortuna il bianco e nero ci sta bene!

AnimeClick:
Hai citato O’Malley, chi altri ti ha influenzato pesantemente in questa tua crescita artistica?

Alessandra:
Per assurdo per me sono stati molto influenti gli shonen di punta quindi FullMetal Alchemist, Naruto, One Piece… a livello di trama (non mi esprimo sul finale di Naruto, fai finta che ti stia parlando solo dell'inizio) mi hanno colpito e trasmesso molto.

AnimeClick:
Infine un tuo parere sulla situazione del fumetto in Italia, su autoprodotti o nuove realtà come shockdom ma non solo

Alessandra:
Internet è una libreria comoda e gratuita (quasi) che è sempre lì quando ti serve, ora da anche modo a tantissimi lettori di conoscere opere dei propri connazionali, stimarli e apprezzarli! Shockdom è una delle prime che ha notato che internet è un campo fertile per i webcomic e 'premia' chi è costante ed ha voglia di raccontare e di farsi avanti investendo su di lui per la pubblicazione!
Altre realtà magari non le conosco perchè non ho mai avuto modo di poterci entrare. Noto che “l’epidemia del fumetto” si sta diffondendo sempre di più e lo noto soprattutto sulle nuove generazioni e questo spero che in futuro porti ad una totale rivoluzione del fumetto e del lavoro che riveste il fumettista, assumendone sempre più importanza come lo fa in Francia

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Gakuen Handsome, il videogame BL diventa un anime DVD

Tohoku Penet, sviluppatore di videogames, ha confermato che vi sarà un adattamento anime del celebre videogame BL Gakuen Handsome. L’annuncio è stato fatto inizialmente dall’account Twitter della compagnia.

La storia d’amore scolastica è ambientata nella Baramon High School, una scuola privata maschile riservata all’elite della prefettura. Il protagonista si è trasferito nella scuola e incontra numerose persone come “l’insegnante fuorilegge”, il capitano della squadra di calcio, un amico d’infanzia che il protagonista non vedeva da sette anni. La scuola presenta opportunità per creare amicizia, amore ma anche per dare sfogo ai conflitti. La tagline del gioco è “Nel momento in cui hai attraversato i cancelli della scuola, eri bellissimo”

Il gioco ha debuttato per PC nel 2010 e successivamente Tohoku Penet ha fatto il porting per iOS e Android, nel dicembre 2013.

Gakuen Hansdome the Animation verrà rilasciato in DVD il 28 agosto al costo di 2980 yen (circa 23 euro), dal The Animate Group e Ani Pu. Il Team YokkyuFuman è responsabile dell’animazione del progetto, il quale rimane sotto la direzione del Tohoku Penet.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

One Piece, Rufy appare in uno special televisivo su Fuji TV

Fuji TV ha annunciato che il protagonista di One Piece, Monkey D. Rufy, apparirà nello special televisivo Yo nimo Kimyo na Monogatari (Racconti dall’Inusuale) che verrà mandato in onda l’11 aprile. Questo episodio crossover fa parte dei festeggiamenti per i 25 anni del programma, andato in onda la prima volta il 19 aprile 1990.

Lo speciale si intitola Yo nimo Kimyo na Monogatari 25-Shunen Special Haru – Ninki Manga-ka Kyoen-hen (Racconti dall’Inusuale Speciale 25° Anniversario: Competizione del Popolare Mangaka) e Rufy apparirà nel segmento intitolo “The Gum-Gum Man”. Rufy apprirà in CG e “reciterà” accanto ad Hiroshi Abe (Ken il Guerriero: La Leggenda di Raoul; Thermae Romae), che era già apparso nello show nel lontano 1991.

 

Abe interpreta un leader della yakuza, severamente infortunato e costretto a ricoverarsi in ospedale dopo uno scontro con una gang rivale. Una volta in ospedale mangia per errore il Gomu Gomu no Mii, ovvero il frutto del diavolo che ha mangiato lo stesso Rufy nel manga, diventando così anch’egli un uomo di gomma. Cerca di farsi strada con questo nuovo potere ma viene abbandonato dal suo stesso gruppo… ed è così che incontra il capitano dei Mugiwara, che gli insegnerà quali sono le cose veramente importanti nella sua vita.

L’attore ha commentato: “sono felice di tornare in questo show dopo 24 anni, questo 25° anniversario è sicuramente una pietra miliare. Non riesco nemmeno ad immaginare come sarà lavorare con Rufy di One Piece, dato che non ho alcuna esperienza in cose simili. Ho accettato con grande felicità, non vedo l’ora di lavorare con un anime”.

Yo nimo Kimyo na Monogatari è un drama live-action semi-annuale, in quanto dal 1994 vengono mandati in onda almeno due episodi all’anno. Nel 1990 veniva trasmesso un episodio al mese, nel 1991 uno a settimana ma nel 1993 solo uno in tutto l'anno.

Fonte Consultata:
Anime News Network
Crunchyroll
 

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Gli Yaoi migliori del 2014 secondo le librerie giapponesi

Comic Natalie, sito giapponese che parla di manga, ha annunciato i risultati del sondaggio “Le Librerie Della Nazione Raccomandano I Migliori Fumetti Yaoi Del 2014”. Il sondaggio ha preso in considerazione 470 impiegati di 400 librerie di tutto il Giappone, per un periodo che va dal 18 ottobre al 28 novembre. Ecco a voi le dieci posizioni:

1. Ten Count
Rihito Takarai

Shirotani Tadaomi è affetto da misofobia, quindi prova una grande paura nel toccare oggetti. Per uno strano caso del destino, Shirotani conosce Kurose, uno psicoterapeuta che, senza un motivo apparente, si offre di aiutarlo ad intraprendere un percorso riabilitativo

2. Toshishita Kareshi no Renai Kanriguse
Hashigo Sakurabi

Satoshi è uno studente che si immerge così tanto sul lavoro che arriva a dimenticarsi di mangiare. Ha un rapporto molto intimo con il suo giovane collega Izumi; quando Izumi scopre che Satoshi è stato attaccato da un uomo la loro relazione cambia inevitabilmente.

3. Kuroneko Kareshi no Aishikata
Ayane Ukyou
Shingo ha il potere di diventare un gatto nero e Kagami, un attore molto famoso, può invece trasformarsi in un leopardo.

4. Dakaretai Otoko No1 ni Odosareteimasu
Hashigo Sakurabi
Takahito è nominato da cinque anni “Uomo più desiderato”, ma ha perso il premio nel sesto anno a causa di un nuovo arrivato: Touya, a cui non sembra tangere il risentimento mostratogli da Takahito

5. Umibe no Étranger
Kii Kanna

Mio ha perso da giovane i suoi genitori, ma ha incontrato Shun, uno scrittore gay, suo vicino di casa ad Okinawa. Crescono insieme finché Mio è costretto a lasciare Okinawa. Tre anni dopo Mio torna per dichiarare i suoi sentimenti.

6. In These Words
Guilt|Pleasure
Asano Katsuya è uno psichiatra che ha studiato negli USA, ma che ora collabora con il dipartimento di polizia di Tokyo. Gli è stato assegnato il caso di un serial killer, Shinohara Keiji, un sociopatico il quale vuole parlare esclusivamente con Asano. Il dottore comincia ad avere strani e terribili sogni dopo il loro incontro.

7. Hitorijime My Hero
Memeko Arii
Spin-off del manga di Memeko Arii, Hitorijime Boyfriend, che ha come prtoagonista il fratello di Kensuke, ovvero Kousuke, ed il suo amico Masahiro

8. Saezuru Tori wa Habatakanai
Kou Yoneda
Yashiro, bellissimo ma masochista, membro della yakuza ha una nuova guardia del corpo, il silenzioso ed impacciato Doumei Chikara. Tra di loro inizia un’intima relazione, dalla quale beneficeranno entrambi.

9. Eppure sogno un dolce amore
Kou Yoneda
Ad Harumi Deguchi inizia a piacere Ryo Onoda, etero e di 3 anni più giovane. Prima che se ne possa accorgere si è innamorato ma pensava che essere amici potesse bastare. Ben presto i sentimenti per lui crescono diventando ogni giorno più forti.

10. Hana to Usagi
Chiaki Kashima

Kajiyama continua a spedire dei pacchi alla stanza 411, dove vive Aizawa. Aizawa è un recluso che vive da solo, in silenzio, e indossando continuamente un copricapo di un costume da coniglio, finché un giorno si prende coraggio e ringrazia Kajiyama

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

World Trigger, il wrestler Okada doppierà sé stesso

L’ultima edizione di Weekly Shonen Jump, rivista edita dalla Shueisha, ha annunciato che il wrestler professionista Kazuchika Okada doppierà un personaggio su World Trigger, un membro di classe C del Border che è stato disegnato proprio prendendo lui come spunto.

Il personaggio lo vedremo in onda durante il 24° episodio dell’anime che andrà in onda il 5 aprile. La rivista inoltre ci informa che Yuma e il personaggio di Okada si scontreranno durante il segmento extra dell’episodio.

Si è spalancato un portale per un'altra dimensione, e da esso sono emerse delle invincibili creature giganti che hanno messo in pericolo l'umanità intera. L'unica difesa della terra è un misterioso gruppo di guerrieri, i quali hanno assimilato la tecnologia aliena al fine di passare al contrattacco!

Il manga originale, scritto e disegnato da Daisuke Ashihara, ha debuttato nel 2013 sempre tra le pagine di Weekly Shonen Jump, l’anime ha debuttato la scorsa stagione e al momento sono stati annunciati 50 episodi.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

World Trigger, il wrestler Okada doppierà sé stesso

L’ultima edizione di Weekly Shonen Jump, rivista edita dalla Shueisha, ha annunciato che il wrestler professionista Kazuchika Okada doppierà un personaggio su World Trigger, un membro di classe C del Border che è stato disegnato proprio prendendo lui come spunto.

Il personaggio lo vedremo in onda durante il 24° episodio dell’anime che andrà in onda il 5 aprile. La rivista inoltre ci informa che Yuma e il personaggio di Okada si scontreranno durante il segmento extra dell’episodio.

Si è spalancato un portale per un'altra dimensione, e da esso sono emerse delle invincibili creature giganti che hanno messo in pericolo l'umanità intera. L'unica difesa della terra è un misterioso gruppo di guerrieri, i quali hanno assimilato la tecnologia aliena al fine di passare al contrattacco!

Il manga originale, scritto e disegnato da Daisuke Ashihara, ha debuttato nel 2013 sempre tra le pagine di Weekly Shonen Jump, l’anime ha debuttato la scorsa stagione e al momento sono stati annunciati 50 episodi.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

Alice in Borderland entra nell’arco finale – in Italia per Flashbook

Weekly Shonen Sunday S, rivista edita dalla Shogakukan, ha annunciato che Alice in Borderland, manga di Haro Aso, è ufficialmente entrato nel suo arco finale. La rivista ha inoltre annunciato che il manga verrà trasferito da Weekly Shonen Sunday S a Weekly Shonen Sunday, a partire dal prossimo 8 aprile.

Cosa fareste se, da un momento all'altro, vi risvegliaste in un altro mondo? O meglio, non esattamente un altro mondo: un mondo identico in tutto e per tutto al vostro, ma desolato, diroccato e semideserto… Ecco: un mondo di confine! E cosa fareste se scopriste che quel mondo è scenario di un terribile survival game, in cui il diritto e il privilegio di restare in vita vanno conquistati attimo dopo attimo, superando prove sempre più difficili e improbabili? Ecco, questo è ciò che accade ai tre inseparabili amici Ryuhei, ragazzo dal presente difficile e problematico, Karube, coriaceo e manesco, e Chota, allegro, svitato ed erotomane. I tre stanno passando una tranquilla serata a bere e guardare i fuochi d'artificio, quando si accorgono che uno di questi fuochi è un po' troppo grande… e un po' troppo vicino…
Un survival manga avvincente e incalzante con uno scenario spiazzante e personaggi ben caratterizzati ed empatici, narrato con bravura e ritmo da Taro Aso. Trama dell'editore italiano, Flashbook Edizioni.

Aso ha iniziato la serializzazione del manga nel 2010, in Italia viene distribuito dalla Flashbook Edizioni. Con il 12°, 13° e 14° volume dell’opera sono stati pubblicati tre OVA. Infine ricordiamo che del manga vi è anche una serie spinoff, Alice in Borderland Chi no Kyokuchi – Daiya no King-hen, il è stato pubblicato da ottobre a febbraio su Weekly Shonen Sunday.

Fonte Consultata:
Anime News Network

Approfondisci la notizia, guarda le relative immagini e filmati su AnimeClick.it

Autore notizia: Alex Ziro

« Older Entries